Mostre o esposizioni

L’esposizione temporanea o il prestito al fine di mostre possono rappresentare un rischio per i beni e sono pertanto soggetti all’autorizzazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Prestito beni archivistici

Per mostre entro il territorio nazionale, tale autorizzazione deve essere chiesta dal soggetto possessore dei documenti almeno 90 giorni prima dell’evento.


La richiesta, inoltrata alla Soprintendenza, deve essere corredata dai seguenti dati e informazioni:

  • Elenco completo dei documenti
  • Informazioni sulla mostra o esposizione (titolo, finalità, durata, progetto culturale ecc.)
  • Ragione sociale e recapiti del soggetto che richiede il prestito
  • Nominativo del responsabile della custodia e del trasporto
  • Modalità tecniche di esposizione e conservazione dei beni (illuminazione, temperatura, contenitori espositivi, sistemi di allarme e sicurezza, personale di custodia)
  • Stima del valore dei beni
  • Sistemi e procedure di trasporto


L’autorizzazione al prestito temporaneo è inoltre subordinata all’assicurazione dei beni da parte del richiedente il prestito, nella misura del valore indicato, previa verifica della sua congruità da parte della Soprintendenza. Dell’avvenuta assicurazione deve essere prodotta documentazione.

Anche per il prestito fuori dal territorio nazionale la richiesta deve essere indirizzata alla Soprintendenza Archivistica, nella forma sopra descritta; in tal caso sarà necessario richiedere contestualmente anche il rilascio dell'Attestato di circolazione temporanea per i documenti prestati, ai sensi degli artt. 66 e 71 del D.lgs. 42/2004. La Soprintendenza provvederà poi a inoltrare l'istanza ai competenti organi del Ministero per la necessaria autorizzazione.

 

Prestito materiale bibliografico

Mostre sul territorio nazionale

Il prestito e l’esposizione temporanei di materiale bibliografico non statale in occasione di mostre sul territorio nazionale sono autorizzati dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica, in seguito alla verifica di adeguate condizioni di sicurezza del bene, sia durante l’esposizione, sia durante gli spostamenti.
L’autorizzazione al prestito e all’esposizione deve essere chiesta dal soggetto proprietario o conservatore dei beni, almeno 90 giorni prima dell’inizio del prestito, e trasmessa ai seguenti indirizzi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. L’esposizione in mostra è di norma accordata per un periodo di massimo 3 mesi; eventuali proroghe possono essere concesse previa richiesta di autorizzazione trasmessa almeno 30 giorni prima della data di inizio proroga.

La richiesta inoltrata alla Soprintendenza deve essere corredata dai seguenti dati e informazioni:

  • elenco completo dei beni, con adeguata descrizione sintetica di ogni singolo pezzo, comprensiva delle condizioni di conservazione, nonché una riproduzione fotografica di ognuno;
  • stima del valore dei beni, con precisa indicazione del valore di ogni singolo pezzo;
  • ragione sociale e recapiti del soggetto organizzatore della mostra;
  • informazioni sulla mostra o esposizione (titolo, finalità, durata – data inizio e fine – e progetto culturale/scientifico);
  • facility report;
  • modalità tecniche di esposizione e conservazione dei beni (illuminazione, temperatura, contenitori espositivi, sistemi di allarme e sicurezza, personale di custodia);
  • nominativo del responsabile della custodia e del trasporto;
  • sistemi e procedure di trasporto.


L’autorizzazione al prestito temporaneo è inoltre subordinata all’assicurazione dei beni da parte del richiedente il prestito, nella misura del valore indicato, previa verifica della sua congruità da parte della Soprintendenza. Una copia completa della polizza assicurativa (certificato e condizioni) deve essere tempestivamente (almeno 30 giorni prima dell’inizio del prestito) trasmessa alla Soprintendenza, a completamento della pratica, senza la quale non può essere emessa l’autorizzazione.


Mostre fuori dal territorio nazionale ed esportazione temporanea


Il prestito temporaneo di materiale bibliografico non statale per mostre fuori dal territorio nazionale e la conseguente esportazione temporanea dei beni sono autorizzati dalla Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore.
L’autorizzazione deve essere chiesta dal soggetto proprietario o conservatore dei beni almeno 120 giorni prima dell’evento.
La procedura da seguire, la documentazione richiesta e la relativa modulistica sono reperibili sul sito internet della Direzione Generale, all’indirizzo web:
https://www.librari.beniculturali.it/export/sites/dgbid/it/documenti/Normativa/1_AVVISO-MOSTREestero.pdf
Come indicato nel documento, la procedura prevede che la richiesta di autorizzazione, con tutti gli allegati necessari, venga trasmessa almeno 4 mesi prima dell’inizio dell’evento alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica che provvederà ad avviare la relativa istruttoria.

PDF  Stampa  E-mail